Insieme per renderci utili alla comunità
 

Vista della Professoressa Elsa Fornero

Martedì 23 Aprile è stata una giornata particolare per il nostro club che ha sperimentato una riunione in un orario insolito, l’ora di pranzo. L’occasione è nata dalla visita a Savona della Professoressa Elsa Fornero, già ministro nel governo Monti, in città per tenere una lezione a oltre 200 ragazzi del penultimo anno del liceo Chiabrera-Martini nell’ambito del progetto Peses. Il progetto Peses (Programma di Educazione per le Scienze Economiche e Sociali), promosso dall’Università Cattolica del Sacro Cuore e diretto dal Professor Carlo Cottarelli, nasce con l’obiettivo di offrire agli studenti delle Scuole Secondarie di tutta Italia la straordinaria opportunità di confrontarsi con protagonisti ed esperti della recente scena politica economica italiana. Il nostro club ha contribuito alla realizzazione del progetto mettendo in contatto il Liceo con il prof. Cottarelli e organizzando, nella sala della Sibilla, l’incontro con la professoressa Fornero
dal titolo “L’economia nel ciclo di vita: Istruzione, lavoro e previdenza”.

Al fine poi di rendere più facile la comprensione da parte dei ragazzi dei temi trattati dalla professoressa Fornero, i soci Laura Demichelis e Alberto Becchi hanno tenuto, nel corso delle due mattinate di martedì 9 e martedì 16 Aprile, un ciclo di due lezioni dal titolo “Introduzione all’educazione finanziaria: concetti base per una gestione responsabile del denaro”. Dopo l’incontro alla Sibilla il club ha avuto il piacere di ospitare a pranzo la professoressa Fornero che sì è dimostrata molto disponibile a rispondere ad alcune domande e curiosità da parte dei soci riguardanti la sua esperienza come ministro, le prospettive di crescita del nostro paese e alla sua capacità di implementare le importanti risorse del PNRR.

Marco Russo Sindaco di Savona ha visitato il Club.

Ospite e relatore della serata è stato il Sindaco di Savona, Avvocato Marco Russo, che è tornato a visitare il nostro Club per aggiornarci sullo stato di avanzamento dei cantieri già attivi e sui progetti di prossima attuazione nella nostra città. Nel corso della sua presentazione il Sindaco ci ha riferito sugli stanziamenti economici impegnati ed ha presentato i rendering delle opere in fase di realizzazione La cifra già destinata alla rinascita della nostra città ammonta a quasi 80 milioni di euro: 33 milioni assegnati nel contesto del PNRR, 27 milioni derivanti da fondi europei, ministeriali e regionali ottenuti a seguito di produzione di specifiche progettualità e di aggiudicazione di bandi da parte degli uffici comunali e 20 milioni ottenuti a seguito di trattativa con ASPI.

Oltre a questi stanziamenti vanno considerati altri importi, attualmente in fase di contrattazione con enti diversi (ANAS e ministeri), per la realizzazione di infrastrutture strategiche di interesse nazionale. Numerosi i cantieri già avviati in città: i centri culturali di Palazzo della Rovere  e del complesso di San Giacomo, il completamento della risistemazione di piazza Diaz  e il recupero del Ridotto del  Teatro Chiabrera, il raddoppio della piscina Zanelli, il nuovo centro sportivo nell’ex piscina Trento e Trieste, la realizzazione della passeggiata lungo il litorale fra le Fornaci e Zinola, la messa in sicurezza e l’efficientamento energetico delle scuole Guidobono, De Amicis, Carando e il potenziamento strutturale delle scuole di via Brilla e di Santuario, gli interventi di messa in sicurezza del territorio su ponti, viadotti e moti franosi, il completamento dall’Aurelia bis fra Albisola e corso Ricci, la digitalizzazione dell’amministrazione e dei servizi ai cittadini, la realizzazione di un centro servizi per il contrasto alla povertà presso la mensa di via De Amicis, di alloggi destinati ad anziani non completamente autosufficienti in via Nizza, di alloggi attrezzati con tecnologia domotica per soggetti disabili in via Tissoni e di alloggi per l’ospitalità temporanea di persone fragili in via Mistrangelo.

Di prossima apertura i cantieri per la riqualificazione urbana di via Garroni, via Mistrangelo, via Rossello, via Manzoni, via Ratti e corso Italia, per la realizzazione di aree verdi presso le scuole Callandrone e Pertini-Colombo, per la trasformazione in parco urbano dei giardini del Prolungamento. Numerose sono inoltre le progettualità in fase di interlocuzione con gli enti ed i soggetti coinvolti con la loro realizzazione: il prolungamento dell’Aurelia bis nel tratto fra corso Ricci ed il casello autostradale, la costruzione del tunnel sottomarino fra il casello autostradale ed il porto, la realizzazione del nuovo waterfront di levante nel tratto costiero fra la Torretta ed Albissola, comprensivo di infrastrutture per la nautica e gli sport acquatici, di pista ciclabile e passeggiata a filo d’acqua con annessi nuovi locali pubblici,  la costruzione di un Pala Eventi e la ridefinizione del parcheggio in piazza del Popolo, l’apertura di nuovi parcheggi in via Servettaz, corso Ricci, lungomare Matteotti, corso Colombo e via Falletti, la risistemazione delle aree di Orti Folconi, la realizzazione di studentati al servizio del Campus Universitario a Legino e presso il Priamar, la riqualificazione dello stadio Bacigalupo e delle aree adiacenti, la trasformazione urbana dei Cantieri Solimano di via Nizza, gli interventi di efficientamento  degli edifici di edilizia popolare di via Milano, via Istria, via Garroni, via Minuto e degli adiacenti spazi pubblici, la ristrutturazione della Casa del Welfare di via San Lorenzo. Infine, sono stati già affidati la predisposizione del nuovo piano per la mobilità urbana sostenibile (piano della sosta, trasporti pubblici, viabilità) e della nuova modalità per la raccolta dei rifiuti urbani. Il Sindaco ha sottolineato come l’entità della trasformazione urbana attualmente in atto non abbia precedenti nella storia della nostra città, perlomeno dal dopoguerra ad oggi, e come la candidatura di Savona a Capitale Italiana della Cultura si fondi su questo nuovo rinascimento savonese ed ha risposto punto per punto alle numerosissime domande propostegli dai soci.

Piccoli Amici

Presso il reparto di pediatria dell’Ospedale San Paolo, accolti primario Alberto Gaiero e dal coordinatore infermieristico Monica D’Antonio si è svolto il service Piccoli Amici.

Tra la gioia dei piccoli pazienti, ed anche dei genitori, sono stati consegnati loro i doni forniti dal Distretto.

Nascita e sviluppo del Polo Logistico Vernazza

Giovedì 23 novembre scorso il Club ha avuto il piacere di ospitare come Relatrice l’Ing. Giulia Vernazza, Project Manager del Polo Logistico Vernazza, che ha presentato il progetto che sta guidando di re-industrializzazione e sviluppo delle aree ex Tirreno Power.


Con grandi competenza e passione Giulia ha descritto come sta avvenendo la riconversione di un’area di circa 300.000 metri quadrati (circa 42 campi da calcio!), acquistata nel 2020 e precedentemente occupata dalla centrale termoelettrica, in un polo logistico e centro di formazione per la movimentazione industriale. I lavori di costruzione del polo logistico sono iniziati nel 2022 e dovrebbero essere completati entro il 2024.

Giulia ha ben esposto come la conversione dell’area del Polo Logistico Vernazza sia un esempio virtuoso di come sia possibile riutilizzare e recuperare materiali e risorse, evitando sprechi e contribuendo alla tutela dell’ambiente. In particolare, il progetto prevedeva il riuso di tutti i materiali e le attrezzature presenti nell’area dell’ex centrale termoelettrica e così è stato fatto. I materiali sono stati smontati e rimessi sul mercato, principalmente estero. Ad esempio il tappeto di gomma del carbodotto, il nastro trasportatore che era utilizzato per il trasporto del carbone, è stato venduto in Pakistan dove verrà impiegato per la produzione di suole per scarpe.

In questo modo è stata evitata la produzione di rifiuti contribuendo a ridurre l’impatto ambientale del progetto.
Inoltre il polo logistico è progettato e costruito secondo i principi dell’economia circolare con l’utilizzo di materiali riciclati e sostenibili e l’adozione di sistemi di efficienza energetica che contribuiscono a ridurre il consumo di energia.

Il Polo Logistico Vernazza è dunque un esempio di come sia possibile coniugare sviluppo economico e sostenibilità ambientale. Le aree realizzate e le infrastrutture che verranno in esso posizionate saranno messe a disposizione di aziende di diversa natura che potranno operare in stretta prossimità ai porti di Vado Ligure e Savona, alla rete ferroviaria e alla direttrice autostradale.

Visita al Museo di Arte Diffusa di Albisola e la Casa Museo Jorn

Serata d’arte per il Rotary Club di Savona: Venerdì 20 ottobre breve gita fuori porta per visitare il Museo di Arte Diffusa di Albissola e la Casa Museo Jorn.
Nel pomeriggio i Soci del Club si sono ritrovati presso il Centro Espositivo del MuDA, che ospita attualmente una personale di Sergio Dangelo ed è sede di esposizione di opere di grande rilievo artistico, fra le quali alcune di Lucio Fontana; successivamente, hanno visitato una galleria d’arte del centro storico ammirando altre opere di Dangelo, poi presso la storica sede delle Ceramiche San Giorgio, dove gran parte degli artisti del periodo d’oro della ceramica albissolese portavano in cottura le proprie creazioni e, infine, hanno ammirato uno scorcio del giardino d’arte di Ceramiche Mazzotti.

Terminato il tour, trasferimento sulle alture di Albissola, a Casa Jorn: la casa museo che racconta l’avventura artistica ed esistenziale di Asger Jorn, l’eclettico artista danese che vi soggiornò fra la fine degli anni ’50 e l’inizio dei ’70, trasformando due antichi rustici in rovina in opere viventi, il primo adibito ad abitazione ed il secondo a studio d’arte.

Le guide di Casa Jorn, oltre ad accompagnarci alla scoperta delle invenzioni artistiche disseminate nella casa e nel giardino, ci hanno raccontato la storia d’amore che si sviluppò in quegli anni magici fra l’arte di Jorn e la comunità albissolese allargata ad altri artisti, intellettuali e pensatori che in quel periodo irripetibile trasformarono Albissola in una delle capitali d’arte d’Europa. Terminata la visita, il Club ha tenuto la propria riunione nella casa museo rinnovando quei sentimenti di amicizia e di convivialità che la caratterizzarono negli anni in cui Jorn amava ospitarvi amici e viaggiatori.

Visita del Governatore Remo Gattiglia

Serata istituzionale importante quella del 5 ottobre scorso, perché abbiamo ricevuto la visita del Governatore del Distretto 2032 Remo Gattiglia, accompagnato dal Prefetto Distrettuale Giorgio Gianuzzi e dall’Assistente del Governatore Raffaella Femia. Remo Gattiglia, dopo l’incontro con il Presidente Elisabetta Ferrero e il Segretario Francesca Ratti, ha proseguito la riunione anche con i componenti del Consiglio Direttivo e con i Presidenti di Commissione. Il Governatore si è interessato circa la vita del nostro Club rivolgendo domande a tutti i presenti, in particolare riguardo all’effettivo ed ai service. Una volta terminato l’incontro Remo Gattiglia si è fatto presentare da Armando Bovero i numerosi soci presenti in sala intrattenendosi a parlare con ciascuno di loro. Il tocco di campana del nostro Presidente e gli onori alle bandiere hanno ufficializzato l’inizio della conviviale. Subito dopo il Governatore ha tenuto il suo discorso nell’ambito del quale, tra l’altro, ha ricordato il motto del Presidente Internazionale Gordon McInally “CREIAMO SPERANZA NEL MONDO” invitando tutti ad essere rotariani attivi e dinamici ed a partecipare, ognuno con le proprie competenze, ai services del club. Lavorare insieme, ha aggiunto, fa crescere innanzitutto ognuno di noi ed in più il risultato che si ottiene è maggiore.

La serata è proseguita con la spillatura da parte del Governatore di un nuovo socio, Luca Aschei. Il padrino Giorgio Rutelli, che ne ha fatto la presentazione, lo affiancherà in futuro, ma come è prassi è stato nominato un tutor, che sarà Simone Clematis, affinché ne faciliti l’inserimento nel Rotary e nel Club.

Lo scambio di gagliardetti e di doni tra il Governatore e il Presidente ha chiuso l’importante serata.